Teresa Soria

Moscato d'Asti DOCG
Vendemmia Tardiva - Vigna Marini

Moscato d'asti DOCG vendemmia tardiva - Vigna Marini

Vino dell'anima e dell'attesa
"Sono acini tenuti,
maturati oltre la vigna,
lasciati al vento e fatti vino,
succo estremo del sole."

Vitigno
Moscato Bianco di Canelli.

Origine
I vigneti si trovano sulla collina dei marini nel comune di Castiglione Tinella, sui 450 mt con esposizione a sud est in forte pendenza, sono i sorì del Moscato.

Terreno
Marne con sabbie fini.

Vinificazione
Vengono scelti i grappoli più spargoli delle viti più vecchie. Le uve a mano vengono sistematie in un solo strato su piccole cassette. I grappoli si lasciano riposare per 60 giorni. Per appassimento naturale la concentrazione zuccherina naturale degli acini arriva anche a 400 gr/l di zuccheri. Le uve appassite vengono quindi pressate molto lentamente, il mosto viene chiarificato e filtrato con i sacchi olandesi. Pian piano inizia la fermentazione alcolica in acciaio, che durerà per almeno un mese. Quando si raggiungono i 14% di alcol svolto si arresta la fermenzazione con il freddo e si lascia sulle fecce fini per sei mesi in barrique. Nell'estate si imbottiglia.

Affinamento
6 mesi in barriques e almeno 12 mesi dopo la messa in bottiglia, interessante valutarne l'evoluzione negli anni a venire.

Degustazione
Colore giallo ambrato brillante, al naso note di scorza d'agrumi canditi, il palato risulta notevole grazie al residuo zuccherino e l'alcolicita' donano un gusto morbido e fruttato.

Abbinamenti
Vino da meditazione, ottimo con formaggi erborinati di capra e foie gras.